Feeds:
Articoli
Commenti

Trentino e Mozambico - Insieme Juntos

Foto 1Visitatori nel padiglione del Mozambico. Immagine: ArchiMoz

Riceviamo e pubblichiamo volentieri il contributo di un amico mozambicano, che ha tradotto per noi il suo articolo dedicato alla partecipazione del Mozambico alla Biennale di Architettura di Venezia, tratto dal sito ArchiMoz.

Si è conclusa ieri, domenica, 23 Novembre, la XIV edizione della Biennale di Architettura di Venezia, una mostra internazionale che serve sia per generare dibattiti su temi relazionati all’esercizio della professione e al suo impatto sulla società, che per esporre opere realizzate dai grandi nomi dell’architettura mondiale.

La Biennale di Architettura di Venezia fa parte della Biennale di Venezia (fondata nel 1895), che comprende altri cinque eventi che si svolgono in parallelo: Mostra Internazionale di Arte (Biennale di Arte), Festival Internazionale di Musica Contemporanea (Biennale di Musica), Festival Internazionale di Teatro (Biennale di Teatro), Festival Internazionale di Cinema e Festival Internazionale di Danza Contemporanea (Biennale di Danza).

Qui è…

View original post 747 altre parole

Annunci

Ripropongo questo mio articolo in occasione della festa della donna mozambicana

nunziodenigrisphotography

Il 7 aprile è la festa della donna in Mozambico. Questa data commemora la morte di Josina Machel, moglie del primo presidente Samora Machel, uccisa nel 1971 durante la lotta armata per l’indipendenza. Josina è diventata la figura-simobolo delle donne mozambicane chiamate a “lottare” per la vita. Questo è un giorno speciale, per le strade si sentono musica e canti batuque; è bello vedere così tante donne cantare, danzare o chiacchierare avvolte nelle vivaci capulane dai mille colori tra le quali spunta quella col ritratto della loro eroina. Il 7 aprile è la loro festa e sono orgogliose di essere mulheres,  per un giorno possono abbandonare le fatiche quotidiane e dimenticare per qualche ora problemi e sacrifici. Si danno appuntamento nelle varie città per marciare verso le piazze degli eroi e deporre corone di fiori in memoria di Josina, la loro eroina. Ogni volto racconta una storia, nasconde una vita…

View original post 277 altre parole

Parto e poi ti dico

Ciao oggi vi voglio parlare della festa della Donna Mozambicana che si terra’ lunedi’ 7 aprile e come “sottotitolo” ha L’ORGOGLIO DELLA DONNA MOZAMBICANA e quindi alle donne dello staff pensavamo di regalare una capulana , Un must ( si direbbe dalle nostre parti) delle donne .Sono delle pezze di stoffa colorata che usano come gonna o sovragonna o per portare bambini o per appoggiare della mercanzia …insomma per tutti gli usi.

Le donne la esibiscono ogni giorno abbinando con civetteria la maglia sopra .

E’ una festa molto sentita e a differenza di noi occidentali “evolute” che riceviamo dei fiori  di mimosa, regalati ormai per dovere, qui la donna occupa delle posizioni alte o di potere nei vari incarichi pubblici , certo ci sono le zone rurali che assomigliano a piccoli paeselli della preistoria , ma si cerca di aiutare anche le donne e bambine nelle periferie ad evolversi…

View original post 55 altre parole

Slow Food a Maputo Il primo mercato della terra in Africa

Sostenere la produzione locale, mettendo insieme piccoli coltivatori e consumatori: è l’obiettivo dell’iniziativa realizzata nella capitale del Mozambico dalla ong GVC e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus, Inaugurata sabato 2 novembre 2013.
Per la prima volta in Africa, si svolge a Maputo (Feima, Jardim do Parque dos Continuadores, Av. Martires da Machava) il Mercato della Terra, organizzato nella capitale del Mozambico dalla ong bolognese GVC e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità.

La capulana

La capulana

“Capulana” è il nome che viene dato in Mozambico ai teli colorati che ogni donna possiede. Pare che la loro introduzione nel paese sia relativamente recente, circa due secoli, eppure senza le capulane il volto del Mozambico (e della maggior parte dei paesi africani) non sarebbe lo stesso.

Guide on Safari

Bucorvus leadbeateri Bucorvus leadbeateri

Insieme per sempre, o quasi!      La monogamia negli uccelli

A sentire pronunciare la parola Monogamia (dal greco mònos, unico e gàmos, nozze), qualcuno potrebbe rabbrividire, altri sorridere, ma c’è chi, come nel 91% degli uccelli, ne ha fatto una ragione di vita e soprattutto di sopravvivenza.

Monogami per tutta la vita o monogami per il periodo di una singola covata, fatto sta che ad oggi, per gli uccelli, pare essere pressoché l’unica via per emergere dalle insidie della natura.

Tendenzialmente una volta identificato il miglior partner per l’accoppiamento, la relazione dura per la vita. Il legame così duraturo, con i due partner che si conoscono perfettamente e si uniscono di frequente ha numerosi vantaggi  nell’allevamento della prole, nella caccia e nella costruzione del nido.

Nella quasi totalità dei Bucerotidi, uccelli dall’aspetto variopinto e con un grosso becco curvo, (“bucerotide” si riferisce alla forma…

View original post 147 altre parole


Paperblog