Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘diving’

A spasso con le Megattere

Lasciamo Tofo verso le 15,30 dopo un pranzo a base di Aragosta e Serra (Barracuda), ricompensa per la magnifica esperienza che l’Ocean Safari di questa mattina ci ha regalato: l’incontro con lo Squalo Balena. Lo abbiamo cercato nell’oceano a bordo del nostro gommone, lo abbiamo raggiunto, nuotato al suo fianco. Un’ora in mare in compagnia del “bus marino”:  l’innocuo gigante lungo fino a 16 mt. che nuota instancabile alla ricerca del cibo. Lo abbiamo inseguito, a sua volta ci ha seguiti per decine e decine di metri: non siamo riuscirti a stabilire chi tra noi e lui fosse l’osservatore, il curioso, l’osservato. Ci dirigiamo verso la Praia di Zàvora, 90 km più a sud, nella provincia di Inhambane dove alloggiamo nei bellissimi chalet sulle rive del Lago Poelela, la silenziosa laguna circondata dalle palme da cocco, a 2,5 km dall’oceano. A bordo del nostro 4WD percorriamo gli ultimi chilometri di strada che abbandonando la pista di terra rossa raggiungono il lago. Restiamo in silenzio, rapiti dalla quiete del luogo e da un incredibile tramonto che ha ormai tinto di rosso ogni cosa. Ceniamo sotto il cielo stellato e la luna piena gustando un’ottima Garopa grellada (Cernia grigliata) acquistata sulla spiaggia.  Sveglia alle prime luci dell’alba, gli uccelli cominciano ad intonare il concerto mattutino con suoni catatonici e ridondanti come una litania sacra. Facciamo un’abbondante colazione, alle dieci ci attendono due immersioni a Ponta Zavora. Con calma raggiungiamo il Dive, sbrighiamo le formalità burocratiche, ognuno prepara la propria attrezzatura, indossiamo la muta e ascoltiamo il breefing. Saliamo sul gommone e partiamo: prima immersione al White Sand Reef. Durante il viaggio incontriamo alcune megattere e una tartaruga. Dopo circa venti minuti arriviamo al reef, ci vestiamo, facciamo l’ultimo check ed entriamo in acqua. Appena raggiunto il fondale, a circa 10 mt, ci accoglie un’enorme tartaruga, giusto il tempo di farsi ammirare e scomparire. Girovaghiamo per il reef tra Aragoste, Spanish Dancer e un grosso Polpo. Dopo circa 50 minuti è ora di risalire. Ci fermiamo per la sosta di sicurezza a 5 mt dalla superficie, mi volto e una grossa Manta mi si presenta davanti danzando intorno a noi come un’enorme fantasma e tenendoci compagnia tutto il tempo della sosta obbligata.  Euforici risaliamo sul gommone per spostarci al sito della seconda immersione, il Red Sand Reef: il tragitto dura all’incirca 45 minuti, la nostra eccitazione sale quando scorgiamo, a poche decine di metri da noi, alcune Megattere balzare improvvisamente dall’acqua per lasciarsi ricadere. Siamo pronti per la seconda immersione, scendiamo, il copione sembra lo stesso, questa volta però la tartaruga del “benvenuto” è più piccola e sta mangiando tranquilla. La seguiamo per un po’ finché decide di allontanarsi definitivamente. Dopo aver visto quattro Aragoste una di fianco all’altra e un grosso Lion Fish, inizia il grande show delle Mante. Si susseguono una dopo l’altra, alcune sole, altre in coppia, ci girano intorno, sembra si siano date appuntamento per osservare questi bizzarri “animali marini” tutti neri con una bombola gialla sulla schiena. Alla fine ne contiamo almeno dieci, come colonna sonora, il canto delle Megattere, che stanno passando sopra le nostre teste. Un’immersione fantastica, difficile da dimenticare!

www.lagoapoelela.com

Read Full Post »